Mastopessi con il proprio grasso, modellare il seno senza protesi

Per chi intende correggere la forma del proprio seno, rimodellarlo, o rialzare una mammella scesa esiste la possibilità di effettuare una mastopessi con il proprio grasso. Questa tecnica di trasferimento autologo è chiamata lipostruttura o lipofilling.

L'intervento consiste nel prelevare grasso tramite liposuzione dall' addome, dalle cosce o dai glutei per poi "innestarlo" sul seno per scolpirlo. Non ci sarà quindi bisogno di protesi e tutto avviene in maniera naturale visto che nessun corpo estraneo sarà presente nel nostro corpo.
Ovviamente non tutte le donne sono pazienti ideali e possono ricorrere a questa tecnica: se sono magre, se non presentano accumuli di grasso non sono delle buone donatrici e quindi non si potrà effettuare la lipoaspirazione.

L'operazione di mastopessi con il proprio grasso dura leggermente di piu' di quella classica visto che comunque si tratta di una doppia procedura. All' inizio il chirurgo effettuerà quella che è una vera e propria liposuzione, migliorerete anche il giro vita o fianchi. Tramite cannule di acciaio inox il grasso in eccesso verrà aspirato, dopodichè lavorato e purificato dal sangue e verrà iniettato tramite un altro tipo di cannula sul seno da modellare.

I vantaggi della mastopessi autologa:
-non c'è l'utilizzo della protesi
-si puo' modellare allo stesso tempo l'addome e effettuare un lifting al seno
-non ci sarà il rischi del problema della contrattura capsulare che avviene con le protesi

Gli svantaggi:
-una parte del grasso iniettato potrebbe col tempo riassorbirsi
-non si possono rimodellare mammelle con un grosso volume particolarmente svuotate
-prezzi della mastopessi con proprio grasso superiori alla tecnica tradizionale

Come detto seppur si tratti di un intervento definitivo nel corso del tempo la paziente potrebbe presentare un riassorbimento del grasso, ecco perchè di solito i chirurghi iniettano piu' grasso del dovuto durante l'operazione.